Torna su
S.C.F. GROUP S.R.L.
via delle Arti e dei Mestieri snc
84013 Cava de’ Tirreni (SA)
Contatti
Centralino: (+39) 089 99 53 462
Email: info@scfgroup.it

Acquistare follower: perché è un errore

La tentazione di acquistare follower per le proprie pagine Facebook e Instagram è tanta.
Perché purtroppo il numero, cospicuo, gonfio, quanto di una pagina aziendale quanto di un influencer, seduce i protagonisti e genera indirettamente credibilità nel pubblico che osserva. Il ragionamento è semplice: “Se tante persone seguono il personaggio o l’azienda… c’è da fidarsi”. In termini tecnici questo viene definito “social proof” o effetto FOMO. Sembra un  paradosso ma è così in tanti fanno questo salto – solo a prima vista – logico. Ed è anche il motivo per cui tante persone vogliono in primo luogo far crescere il proprio bacino di follower.

Ma questo vantaggio psicologico (che l’imprenditore spera di convertire in vantaggio commerciale) nasconde tante insidie perché dietro una scorretta crescita dei propri follower ci sono tantissime controindicazioni che, fidatevi, vanificano ogni investimento.

Quali sono le controindicazioni dell’acquistare follower?

Non è detto che la strada più semplice sia anche quella giusta e in questo articolo vogliamo elencarvi i motivi per cui acquistare follower non è solo una pratica eticamente scorretta ma anche controproducente dal  punto di vista commerciale. E vogliamo sottolineare che chi vi consiglia il contrario o è uno sprovveduto o vuole il vostro male.

Le nuove policy di FacebooK:

Se state leggendo questo articolo sapete bene che esistono dei servizi a pagamento di acquisto follower che a fronte di 100/200/500/1000 euro di investimento promettono migliaia di follower in target, “verificati”, “italiani”.
Al di là della veridicità di siffatte affermazioni, l’acquisto follower è oggi punito severamente da Facebook e Instagram. Voi giustamente vi chiederete: se ho acquistato profili reali, che ne sa Facebook della mia malandrinata? E invece i sistemi difensivi della Facebook Inc. sono sempre più raffinati e segnalano subito le attività sospette, come l’aumento “inspiegabile” di follower da una settimana all’altra. Facebook e Instagram, infatti, esaminano il profilo e analizzano se e come quella crescita è avvenuta, se in maniera fisiologica o meno. Esempio: se i follower aumentano di tutto i punto, ma i singoli post raccolgono pochissimi like o, peggio i numeri di copertura sono bassi e la pagina non pubblica nulla nei giorni di crescita, sicuramente l’account verrà segnalato. Qualunque sospetto, i sistemi anti-doping di Zuckerberg sono allerta e pronti a dispensare ban e penalizzazioni.

Ban e Penalizzazioni:

Una volta che Facebook ha accertato la malandrinata ecco in arrivo il ban (perdita dell’account e dell’investimento) o lo shadowban (sanzione che non permette di pubblicare per periodi medio-lunghi, eliminazione dei follower sospetti e irrintracciabilità dell’account sul motore di ricerca interno a Instagram e Facebook).

Engagement inesistente, qualità dell’account basso:

Mettiamo che per qualche improbabile congiuntura astrale siate fortunati e Facebook non si accorga del vostro acquisto follower. Nessuno può tirare un sospiro di sollievo, i problemi però non sono finiti lì. Risulterà un account sì con un numero più alto di follower ma senza alcun tipo di engagement. Per engagement intendiamo il coinvolgimento dei follower nei confronti della pagina seguita. Ecco, la mancanza di engagement è un qualcosa visibile ad occhio nudo, brutta da vedere, perniciosa per ogni vostra azione di social media marketing, che subito vi etichetterà come i truffaldini che hanno “acquistato i follower”. Inoltre ogni cosa che condividerete sarà completamente ignorata dai vostri tanto desiderati follower.

Non acquistare follower ma conquista dei supporter!

Insomma, un’azienda o un influencer, oggi, deve puntare non a dei follower ma a dei veri sostenitori della propria attività.
Oggi, più di ieri, infatti, acquistare i follower è un harakiri dal punto di vista comunicativo e commerciale, e i servizi come quelli di acquisto follower sono fortemente penalizzanti oltre che truffaldini.

Questa è la prova che la via più veloce per raggiungere i propri obiettivi non è sempre quella giusta, anzi.



Utilizziamo i cookies per una migliore esperienza di navigazione.